Governance

Modello di Organizzazione

Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231 ha ad oggetto la “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica”.
Gli enti associativi, tra cui le società di capitali, possono essere ritenuti responsabili in relazione a taluni reati commessi nel proprio interesse o vantaggio da soggetti appartenenti ai vertici aziendali o da dipendenti, collaboratori e consulenti esterni e soggetti terzi.
In data 26 aprile 2017 il Consiglio di Amministrazione Gualtiero Corsi S.r.l. (di seguito “la Società”) ha approvato il proprio Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.lgs. n. 231/2001 (di seguito “Modello”) allo scopo di soddisfare le condizioni necessarie per l’esenzione della responsabilità amministrativa dell’Ente, secondo quanto previsto dal D.lgs. 231/2001.

Codice etico

La Società ha inoltre adottato un Codice Etico, il quale prevede che tutte le attività aziendali debbano essere svolte nel rispetto della legge, secondo principi di serietà, affidabilità, professionalità, integrità, onestà, correttezza, rispetto e trasparenza, nonché nel rispetto degli interessi dei propri interlocutori esterni.
Questi principi sono a fondamento dell’impegno della Società per una condotta etica senza compromessi, orientata a mantenere una reputazione solida e riconosciuta.

Struttura ODV

La Società ha istituito, ai sensi dell’art. 6 comma 1 lett. b) del D.lgs. 231/2001, il proprio Organismo di Vigilanza (OdV) in composizione collegiale, dotato di pieni ed autonomi poteri di iniziativa e di controllo sulle attività della Società.
L’OdV è incaricato di vigilare sull’efficacia, sull’aggiornamento e sull’osservanza del Modello adottato dalla Società e dei suoi elementi costituitivi, allo scopo di prevenire i reati dai quali possa derivare la responsabilità amministrativa dell’Ente.

Comunicazioni verso ODV

Affinché lo stesso OdV possa adempiere al proprio incarico, la Società ha istituito un sistema di scambio di informazioni in base al quale i dipendenti, nonché coloro che cooperano al perseguimento dei fini della Società, sono tenuti ad informare tempestivamente l’Organismo di Vigilanza in ordine ad ogni violazione del Modello e dei suoi elementi costitutivi, nonché in ordine ad ogni altro aspetto potenzialmente rilevante ai fini dell’applicazione del D.lgs. 231/2001 (es. situazioni illegali o eticamente scorrette).
Tutte le comunicazioni verso l’Organismo di Vigilanza (segnalazioni o flussi informativi periodici) devono essere effettuate attraverso l’utilizzo dell’apposito indirizzo di posta elettronica a fianco indicato:

Qualora i destinatari del Modello e del Codice Etico pongano in essere comportamenti in violazione dei principi e delle regole in essi contenuti,
incorreranno nei provvedimenti disciplinari previsti dal Sistema Sanzionatorio 231, parte integrante del Modello stesso.